Le api nel Cinema

Sembra che le api abbiano ispirato numerosi film horror o pseudo horror a volte con risvolti erotici (involontariamente comici) come il primo della carrellata di film sulle api che vi propongo qui di seguito, dando vita ad un micro filone apistico-catastrofico.

L’Invasione delle api regine -1976

Versione italiana della locandina del film “L’invasione delle api regine”

SCHEDA FILM

Un film di Denis Sanders. Con William Smith, Anitra Ford, Victoria Vetri, Cliff Osmond, Ben Hammer. continua» Titolo originale Invasion of the Bee Girls. Erotico, durata 85 min. – USA 1976.

Locandina del film “L’Invasione delle api regine” versione originale

TRAMA

Una scienziata, attraverso incredibili procedimenti atomici, trasforma donne in api, ma a causa del ridotto budget del film il cambiamento si nota esteriormente solo negli occhi, che diventano simili a quelli degli insetti, tanto che le poverette sono costrette a portare perennemente occhiali da sole (guadagnandone peraltro in carisma, come si sa). Essendo api regine in cerca del maschio, provocano un’epidemia di morti da eccessivo impegno sessuale, a causa di una insospettata sterilità sopraggiunta in seguito alla trasformazione. Per l’idiozia della storia e la continua presenza della polizia, fa pensare a un film di fantascienza degli anni ’50 a cui una censura particolarmente disattenta abbia concesso molta libertà. Piuttosto noioso, ha però un ottimo cast femminile con l’affascinante Anitra Ford in primo piano e Victoria Vetri di supporto, proveniente da Quando i dinosauri si mordevano la coda, il film della Hammer che avrebbe dovuto lanciarla come la nuova Raquel Welch, esplosa nel similare Un milione di anni fa. (Recensione da www.mymovies.it)

Bees lo sciame che uccide – 1977

SCHEDA FILM

Un film di Bruce Geller. Con Horst Buchholz, Ben Johnson, Michael Parks, Paul Hecht, Horst Buchholtz, Gretchen Corbett. continua» Titolo originale The Savage Bees. Fantascienza, durata 90 min. – USA 1977.

TRAMA

Prima del Mardi Gras, una barca vuota viene trovata vagante nel Mississippi. Lo sceriffo Donald McKew (Ben Johnson) di una zona di campagna viene a sapere da un’analisi effettuata sul cadavere del suo cane che la sua morte è stata provocata da molte punture di api. Vorrebbe aiuto per indagare, ma al dipartimento di polizia di New Orleans non lo prendono sul serio. Lo aiuteranno un medico, Jeff Durand (Michael Parks), e la sua fidanzata Jeannie (Gretchen Corbett). Si scopre che le api sono di una razza africana “assassina”, importata da un esperto, il dottor Mueller (Horst Buchholz), a scopo di allevamento. Modesto filmetto televisivo prodotto in tutta fretta sulla spinta del minifilone apesco stimolato dall’allora imminente kolossal soporifero di Irwin Allen, Swarm (vedi film successivo), rivelatosi poi un flop. Qui la tensione latita, la minaccia delle api è inesistente e l’unica cosa positiva è la presenza del sempre bravo Ben Johnson (Recensione da www.mymovies.it)

Swarm1978

locandina del film “The swarm”

SCHEDA FILM

Un film di Irwin Allen. Con Olivia De HavillandHenry FondaFred MacMurray, Michael CaineJosé Ferrer  Titolo originale The SwarmFantasticodurata 116 min. – USA 1978.

TRAMA
In una base militare nei pressi della cittadina di Marysville, uno sciame di api assassine uccide un gruppo di soldati. L’entomologo dottor Crane (Michael Caine) viene incaricato del caso, ma i suoi tentativi e quelli del gruppo di altri scienziati si scontrano con l’eccezionale potenza delle api che si scatenano sterminando la popolazione di Marysville e dirigendosi minacciosamente verso Houston dove avverrà lo scontro finale. Irwin Allen ha avuto un paio di grossi successi nel filone catastrofico (L’avventura del Poseidon e L’inferno di cristalo). Questo avrebbe dovuto seguirne la scia, ma si è rivelato un flop. E non c’è da stupirsene: è meno riuscito sul piano spettacolare e la storia non decolla, sepolta da personaggi stereotipati che discutono incessantemente sulla situazione. C’è qualche buona sequenza, ma gli effetti speciali non sono molto efficaci. Resta il solito grosso cast popolato da vecchie glorie, come è tipico del genere. Tra loro, anche Fred MacMurray (1908-1991), alla sua ultima interpretazione per il cinema. La versione video dura 40 minuti di più, prolungando inutilmente l’agonia in un classico esempio di accanimento terapeutico (recensione da www.mymovies.it)

Annunci

2 thoughts on “Le api nel Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...